didattica

Perché il sapere, libero e accessibile, sia la radice dell’Università

  • Registrare le lezioni e caricarle su piattaforma telematica accessibile agli studenti, soprattutto se con esigenze specifiche;
  • Promuovere forme di didattica innovativa;
  • Rimuovere gli sbarramenti alle magistrali;
  • Implementare gli strumenti di informazione riguardo gli aspetti più importanti dei corsi (TAL, stage, laurea, erasmus, ecc.);
  • Monitorare gli orari degli insegnamenti per evitare sovrapposizioni, soprattutto con le lingue;
  • Implementare e migliorare l’utilizzo della piattaforma moodle;
  • Impedire ogni salto d’appello;
  • Evitare la sovrapposizione degli appelli e riequilibrare gli
    insegnamenti tra i semestri.

stage e tirocini

Perchè formazione vuol dire anche mettersi alla prova

  • Aumentare gli enti convenzionati e l’offerta, anche per studenti della magistrale;
  • Implementare l’informazione su quando e come fare stage e tirocini all’estero;
  • Introdurre la possibilità di valutare l’esperienza di stage

lingue

Perchè comunicare vuol dire costruire ponti, anzichè muri

  • Migliorare l’informazione sugli insegnamenti di lingua e sulle idoneità;
  • Creditizzare le idoneità linguistiche e inserire le date d’esame nell’elenco degli appelli;
  • Riconoscere più certificazioni linguistiche;
  • Inserire appelli extra per le idoneità della seconda lingua (soprattutto per le matricole);
  • Stimolare la conversazione in lingua nelle ore di lezione dei lettorati.

mobilità internazionale

Perchè vivere una vita sola?

  • Migliorare l’informazione su come e quando partecipare al bando Erasmus;
  • Incentivare la partecipazione al programma Erasmus e agli altri bandi di mobilità;
  • Creare un database delle esperienze erasmus per i futuri studenti outgoing;
  • Inserire appelli straordinari per gli studenti outgoing;
  • Tradurre pertinentemente le voci di Uniweb, delle pagine web e dei bandi;

accessibilità spazi e ambienti

Perchè vivere l’Università non è solo sui banchi

Spazi

  • Rendere comuni i bagni e migliorare la loro manutenzione;
  • Introdurre distributori di elementi igienici: assorbenti, fazzoletti, cerotti
  • Introdurre, in spazi opportuni, dei fasciatoi per studenti con responsabilità genitoriali.
  • Aprire spazi comuni di disimpegno dotati di forni a microonde;
  • Avviare ulteriori lavori di manutenzione del giardino di Ca’ Dottori (giardinetto);
  • Fornire i distributori di prodotti più “salutari”, come frutta secca e/o fresca;
  • Dotare di una macchinetta del caffè l’atrio di Ca’ Borin;
  • Creare una pensilina o zona coperta esterna all’aula M;
  • Incrementare il numero di prese di corrente nelle aule, ad uso di chi adopera il pc;

Ambiente

  • Curare la raccolta differenziata in modo più efficiente;
  • Applicare fotocellule nei bagni per evitare sprechi di elettricità;
  • Incrementare il numero di posaceneri.

Accessibilità

  • Introdurre un part time apposito, senza vincoli, per studenti con responsabilità genitoriale.
  • Rimozione delle barriere architettoniche rimaste;
  • Estendere l’orario di apertura di aule studio e biblioteche;

i nostri candidati

scuola di scienze di economia e scienze politiche

Marco Dario

Sofia Cantà

Ilaria Foroni

SCIENZE POLITICHE, RELAZIONI INTERNAZIONALI, DIRITTI UMANI

Gennaro Veneziano

Lidia “Holly” Boncoraglio

Davide Travaglini

Anna Dora Battistella

Sofia Da Riva

Oscar Chander

Ibtissam Armadi

Enrico Bettin

Cassandra Grace Muilenburg

SCIENZE POLITICHE, STUDI INTERNAZIONALI, GOVERNO DELLE AMMINISTRAZIONI

Marco Dario

Sara Castagna

Giacomo Mazzonetto

Giulia Ciabatti

Antonio Ferigo

Alessia Di Natale

Tommaso Oliboni

Sofia Furlan